Si fa seguito alla Circolare n.320 del 10 agosto u.s., con la quale si trasmetteva a tutto il personale dell’Istituto il testo del Decreto-legge 6 agosto 2021 n. 111, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Anno 162° – Numero 187.

Le disposizioni emanate vanno ad integrare i protocolli di sicurezza già adottati per la prevenzione e la diffusione della pandemia, sulla base della previsione di svolgere l’attività didattica in presenza, con possibilità di deroga a seguito di ordinanze del Presidente della Regione o dei Sindaci per territori ricadenti in “zona rossa” o “arancione”.

Viene ribadito anche per il corrente anno l’ obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie, fatta eccezione per:

  • per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso dei dispositivi di protezione
  • per lo svolgimento delle attività sportive

Inoltre permangono le seguenti indicazioni:

  • è raccomandato il rispetto di una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro salvo che le condizioni strutturali-logistiche degli edifici non lo consentano
  • è fatto divieto di accedere o permanere nei locali scolastici ai soggetti con sintomatologia respiratoria o temperatura corporea superiore a 37,5°
  • in presenza di soggetti risultati positivi al SARS-CoV-2 o di casi sospetti si applicheranno i protocolli già adottati nel precedente anno scolastico.

Il decreto non ha introdotto alcun obbligo di possesso della certificazione verde COVID19 (Green Pass, o GP) o di vaccinazione ai fini della frequenza scolastica con riferimento agli studenti, per i quali permangono al momento le regole già in vigore, integrate e richiamate da quelle sopra riportate.

Relativamente, invece, all’introduzione dell’obbligo di possesso della certificazione verde COVID19 (Green Pass, o GP), per il personale scolastico, si applicherà quanto previsto dall’art. 1 comma 6 del decreto:

  • Dal 1° settembre 2021 e fino al 31 dicembre 2021, termine di cessazione dello stato di emergenza, tutto il personale scolastico, docente e non docente, deve possedere ed è tenuto a esibire la certificazione verde COVID 19 (Green Pass) ai fini di poter assolvere alla prestazione lavorativa. I dirigenti scolastici sono tenuti a verificare il rispetto di questa disposizione con le modalità indicate dalle norme ad hoc e con possibilità di successive indicazioni da parte del Ministero dell’Istruzione e dagli organi competenti.

Facendo apposito riferimento alla certificazione verde COVID19 (green pass) e alla sua acquisizione si evidenzia quanto previsto dal DL n. 52 del 22 aprile 2021, convertito in legge n. 87 del 17 giugno 2021:

Art. 9 comma 2

Si precisa che le certificazioni verdi COVID-19 attestano una delle seguenti condizioni:

  1. avvenuta vaccinazione anti-SARS-CoV-2, al termine del prescritto ciclo
  2. avvenuta guarigione da COVID-19, con contestuale cessazione dell’isolamento prescritto in seguito ad infezione da SARS-CoV-2, disposta in ottemperanza ai criteri stabiliti con le circolari del Ministero della salute;
  3. effettuazione di test antigenico rapido o molecolare con esito negativo al virus SARS-CoV-2. 3 effettuato presso le strutture sanitarie pubbliche, da quelle private autorizzate o accreditate e dalle farmacie che svolgono i test di cui al comma 1, lettere c) e d) , ovvero dai medici di medicina generale o pediatri di libera scelta

Le SS.LL. potranno acquisire tutte le informazioni utili al seguente link

Green pass e come ottenerlo: https://www.dgc.gov.it/web/

Oltre che consultare il documento già trasmesso con la citata Circolare n. 320.

La presente comunicazione potrà essere integrata ulteriormente a seguito di nuove disposizioni emanate dagli organi competenti dalla data odierna e fino almeno al 31 dicembre 2021.

Si allegano alla presente i seguenti documenti:

  • DVR per piano di rientro
  • modulo per l’autocertificazione utile per gli accessi programmati del personale
Il Dirigente Scolastico
Valentina Savona